ZONE FRANCHE URBANE: Da oggi via alle domande on-line per agevolazioni per micro, piccole imprese e studi professionali

ZONE FRANCHE URBANE: Da oggi via alle domande on-line per agevolazioni per micro, piccole imprese e studi professionali

Cari Amici e Compagni,

      Vi informiamo che a partire da oggi, fino al 12 giugno 2014, è possibile partecipare (esclusivamente on-line) al bando presente sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico (www.mise.gov.it)

 finalizzato ad ottenere agevolazioni per micro, piccole imprese e studi professionali che si trovano nelle c.d. Zone franche urbane (ZFU). Dunque, uno “sconto” sulle tasse per le imprese delle aree urbane medio-piccole più colpite dalla crisi: questo il contenuto del decreto sulle ZFU, i cui comuni sono stati individuati sulla base dell’indice di disagio socio-economico: Andria, Barletta, Foggia, Lecce, Lucera, Manduria, Manfredonia, Molfetta, San Severo, Santeramo in Colle e Taranto.

Dunque, per la Puglia sono a disposizione 58,8 milioni a disposizione dei predetti 11 comuni.

Per i prossimi 14 anni il sistema sarà in vigore e qualora le richieste dovessero superare le somme a disposizione, ogni istanza sarà rideterminata. Al presente bando possono partecipare le imprese di micro e piccola dimensione, già costituite e regolarmente iscritte nel Registro delle imprese alla data di presentazione dell’istanza. Per alcuni comuni sono in parte ammesse anche le imprese di nuova o recente costituzione, imprese femminili o sociali.

Ciascun soggetto può beneficiare delle agevolazioni fino al limite massimo di 200mila euro, o di l00mila euro per le imprese del settore del trasporto su strada. Le imprese devono trovarsi nel pieno e libero esercizio dei propri diritti e non essere in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali. Sono “microimprese” le imprese che hanno meno di 10 occupati e un fatturato, o un totale di bilancio annuo, inferiore ai 2 milioni di euro; mentre sono “piccole imprese” le imprese che hanno meno di 50 occupati e un fatturato annuo, o un totale di bilancio annuo, non superiore a 10 mln di euro.

Possono accedere alle agevolazioni anche gli studi professionali e, più in generale, i professionisti purché svolgano la propria attività in forma di impresa e siano iscritti, alla data di presentazione dell’istanza di agevolazione, al Registro delle imprese.
Le imprese ammissibili alle agevolazioni devono svolgere la propria attività all’interno del territorio della ZFU, disponendo, alla data di presentazione dell’istanza, di un ufficio o locale destinato all’attività, anche amministrativa, ubicato all’interno del territorio.

Commenti