UIMEC, Miano eletto nuovo Presidente, Fragasso il suo vice.

UIMEC, Miano eletto nuovo Presidente, Fragasso il suo vice.

Capacchione: “Piena soddisfazione per il riconoscimento al territorio, in questi anni svolto lavoro eccezionale”.

Foggia, si chiude con la celebrazione Straordinaria del Congresso, la stagione commissariale della UIMEC UIL provinciale. Eletti i nuovi Organismi. Una donna alla vice Presidenza dell’Organizzazione.

Si è tenuto giovedì 6 febbraio, presso il Ristorante “Florio in Fiera”, il Congresso Staordinario della UIMEC Territoriale di Foggia. Dopo una travagliata, quanto necessaria  stagione commissariale, il Sindacato di Settore che organizza tutti i produttori agricoli della UIL, nonchè  socio fondatore con altre Associazioni di produttori Agricoli, della COPAGRI,

kr

 alla presenza del Presidente Nazionale UIMEC Alessandro Ranaldi, ha posto fine ad una sofferta fase di riorganizzazione interna, con l’elezione del nuovo gruppo dirigente.

Intervenendo nella sua qualità di Commissario, il Segretario Nazionale della UILA Pietro Pellegrini, dopo aver rivisitato mediante un attenta e minuziosa analisi, la complessa situazione ereditata dal precedente gruppo dirigente, ha illustrato la salute e la crescita dell’Organizzazione, evidenziando positivamente il lavoro svolto in coabitazione con il Segretario Territoriale Antonio Castriotta (UILA), che ha permesso il risanamento dei bilanci e l’acquisizione di un peso politico di primaria importanza, nelle dinamiche che regolano la rappresentanza sul territorio provinciale.

Castriotta ribadendo piena soddisfazione, e rappresentando amicizia stima e gratitudine di tutto il Territorio per il lavoro commissariale svolto da Pellegrini in questi anni, ha espresso a tutta la platea congressuale delegata dai Congressi di Lega svoltisi in precedenza nel Territorio, assoluta vicinanza all’Organizzazione, impegnandosi altresì come da visione e consuetudine strategica della UILA, ad affrontare in maniera unitaria i problemi che affliggono l’intero comparto agroalimentare.

Felicitazioni e soddisfazione sono state attestate anche dalla presenza dei Segretari Generali della UIL Gianni Ricci (Foggia) e Aldo Pugliese (Puglia), per gli straordinari risultati raggiunti in questi ultimi anni, che hanno portato ricordava Pugliese, la UILA  a diventare di granlunga la prima Organizzazione Sindacale a Foggia, provincia non dimentichiamolo di un certo Di Vittorio (CGIL).

Dopo un moderato ma sempre frizzante dibattito congressuale, dopo aver unanimamente condiviso dati e obiettivi strategici, la giornata è proseguita con l’elezione alla Presidenza del lucerino dott. Angelo Miano, segnalatosi alle cronache per la battaglia e l’intransigenza nella lotta contro gli  sprechi e la riduzione delle spese di alcuni enti, vedi Consorzio di Bonifica, che nominando 15 nuovi Dirigenti ha gravato l’ente di una spesa di oltre 400.000 euro annui.  È impensabile -replicava Miano- continuare ad aumentare il costo dell’irrigazione e farlo pesare su quella fetta di agricoltori che per produrre, consuma ingenti quantitativi di acqua a prezzi esorbitanti.

L’Ufficio di presidenza si è poi completato con l’elezione a Tesorire del Segretario della UILA Castriotta e alla vice Presidenza la Sanferdinandese Dora Fragasso. Ed è proprio quest’ultima, prima donna a rivestire questo prestigioso incarico nell’Organizzazione, ha ribadito quanto necessario e ormai ineludibile fosse, perseguire con forza e centrare, accanto chiaramente ad una corretta revisione dei costi gestionali degli enti di Servizio  “collaterali” al comparto agroalimentare, l’obiettivo 1Immagine-1464-20, vitale per la sopravvivenza del Settore Primario nel nostro territorio.

Obiettivo -chiariva Fragasso- che consiste nel gestire meglio la Programmazione per lo Sviluppo Rurale 2014-2020, che deve rappresentare una grande opportunità per ripensare a politiche di sviluppo sostenibile e duraturo dell’agricoltura e dei territori rurali in genere del nostro territorio. Basta finanziamenti a pioggia che si perdono in mille rivoli, anche di carattere burocratico, meno interventi, pochi ma mirati obiettivi che consentano al settore di essere più snello, dinamico e competitivo sui mercati.

Grande soddisfazione è stata espressa dal Segretario generale di San Ferdinando di Puglia (UIL), Francesco Capacchione, per il grande riconoscimento del lavoro svolto nei  territori in questi anni. “L’elezione nell’Ufficio di presidenza di elementi come Fragasso, è diretta conseguenza che il lavoro fatto negli anni con e per i produttori Agricoli è alla lunga gratificato da attestati come questo”.

 

Categories: PRIMO PIANO

Commenti