Analisi IMU

Analisi IMU

analisiimu_large.jpg

a cura dell’osservatorio Servizio Politiche Territoriali della UIL

 

La UIL è pronta a discutere la proposta dell’IMU sulle cosiddette “case di lusso” o sui “redditi alti”, a patto però che le risorse siano utilizzate per ridurre il carico fiscale sui salari e pensioni.

Lo dichiara Guglielmo Loy, Segretario Confederale UIL, facendo un’analisi sugli effetti della reintroduzione dell’IMU nelle grandi città.

Sarebbe meglio – spiega Loy – ancorare l’imposta al criterio patrimoniale collegando l’esenzione al reddito ISEE, misuratore più fedele della situazione reddituale delle persone.

L’attuale sistema di accatastamento, vecchio e da riformare, rischia di creare delle enormi disparità tra grandi città e piccoli e medi centri.

Per le case con rendita catastale superiore ai 750 euro, mediamente a livello nazionale, l’IMU scatterebbe per gli immobili con superficie superiore ai 158 mq. in A/2 (abitazione civile); 194 mq. in A/3 (abitazione economica); 150 mq. in A/7 (villini). Nelle grandi città, però non è così. Infatti a Bologna per una casa in A/2 si inizierebbe a pagare a partire dai 73 mq.; a Milano e Torino dai 77 mq.; a Roma da 84 mq.; a Genova da 88 mq.

Sempre in questa categoria (A/2), invece, a Catanzaro si pagherebbe per un’abitazione di 257 mq.; a Palermo di 220 mq.; a Potenza di 211 mq.; a Perugia di 178 mq.; a L’Aquila di 174 mq.

In A/3 a Roma si pagherebbe l’imposta per un’abitazione a partire dai 93 mq.; a Torino dai 99 mq.; a Bologna dai 102 mq.; a Bari dai 111 mq. a Firenze dai 115 mq.

Viceversa a Catanzaro in questa categoria (A/3), si inizierebbe a pagare dai 337 mq.; a Palermo dai 317 mq.; a Perugia dai 246 mq.; a Potenza dai 229 mq. a Campobasso dai 212 mq.

La simulazione del Servizio Politiche Territoriali della UIL è stata fatta sulla media delle abitazioni e sulla rendita media a vano, tenendo conto che mediamente ogni vano misura 22 mq.

E così a Napoli per un’abitazione di 106 mq. si pagherebbe, mediamente, di IMU 487 euro; a Milano 485 euro per un’abitazione di 77 mq.; a Torino 467 euro per una casa di 77 mq. a Genova 466 euro per una casa di 88 mq. a Bologna 373 euro per una casa di 73 mq.

Roma, 8 ottobre 2013

Commenti